Farsi le ossa con la ceramica (che in realtà è legno…)

“Non ci occupiamo mica solamente di piastrelle e sanitari”, esclama con un sorriso Anna Tampieri nell’accoglierci nel suo istituto. Siamo all’ISTEC, l’Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici del CNR, e il fatto che si trovi alle porte di Faenza (Ravenna) induce all’errore. “I materiali ceramici”, spiega Anna Tampieri, “sono tutti quelli non metallici. Stiamo parlando, quindi, di una grossa parte della tavola periodica degli elementi. Ma non si preoccupi: in molti si confondono”!

Leggi e ascolta il resto su InsidER – Dentro il mondo della ricerca in Emilia-Romagna

La ricerca nonostante tutto

“Cosa mi aspetto per il prossimo futuro? Spero di poter finalmente finanziare in maniera adeguata le ricerche mie e del mio gruppo su questi batteri estremofili per vedere quanto sono davvero diffusi negli oceani”. Per una volta, Daniele Brunelli, geologo dell’Università di Modena e Reggio Emilia, vorrebbe non essere costretto a fare le nozze coi fichi secchi e chissà che in questa occasione la copertina che Nature Geoscience ha dedicato a uno dei suoi ultimi studi non aiuti ad aprire qualche porta.

Leggi l’articolo completo su progettoinsider.it

Tutta colpa di Piero Angela

“E’ successo quando avevo dieci anni e leggevo i libri di Piero Angela prendendoli in prestito dalla biblioteca del paese, a Bollate. Parlavano dei misteri dei buchi neri e io mi sono detta che da grande ne avrei svelato i segreti: avevo deciso che sarei diventata astronoma”. Daniela Vergani non ha mai deviato da quel proposito. Grazie alla tenacia e a “molti sacrifici” lo scorso anno è stata assunta come ricercatrice all’Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna  dove ora si occupa di studiare la formazione e l’evoluzione delle galassie che popolano l’Universo. “A dirla tutta non ho mai davvero preso in considerazione un’altra strada. Forse non è del tutto sano!” Sa guardarsi con ironia, Daniela, e forse questo le permette di ripensare alle difficoltà della sua scelta con un sorriso: ha girato l’Europa, dall’Olanda al dottorato in Germania, passando per le Canarie a Parigi. “Chi me la fatto fare di rientrare in Italia nel 2005? Un fidanzato che cominciava a perdere la pazienza…”.

Leggi l’articolo completo su progettoinsider.it