Una coppia da Nobel: Pierre e Marie Curie

110 anni fa scompariva Pierre Curie, scienziato che ha sfiorato il doppio Nobel, che ne ha sposato uno, ne ha messo al mondo un altro. Un breve viaggio alla scoperta della materia tra Ottocento e Novecento

Il 19 aprile del 1906, a Parigi piove. Sul Quai de Conti, vicino al Pont Neuf che mette in collegamento la riva meridionale della Senna con l’Île de la Cité, un uomo che da giovane aveva “occhi grandi e limpidi che sembrano rapiti da una visione interiore”, sta attraversando la strada. Ma la Rue Dauphine, una strada con un andirivieni continuo di carri, carrozze e cavalli, in corrispondenza del Quai de Conti è resa scivolosa dall’acqua: un passo falso, una caduta, e l’uomo finisce sotto le ruote di una vettura. Muore sul colpo, con il cranio fratturato. Così, per il selciato bagnato e un banale incidente, a poco meno di 47 anni muore Pierre Curie, una delle menti più brillanti del suo tempo e uno dei padri della fisica e della chimica moderne.

 

Chi è Pierre Curie?

La prima e, per molti versi, anche la più autorevole biografa di Pierre Curie è la vedova Marie che, spinta dal giornalista americano William Brown Melowey, scrive la prima storia della sua vita già negli anni Venti. Si tratta di un testo breve, intriso di spirito tardo-romantico e positivista, in cui la scienziata si concentra quasi esclusivamente sugli aspetti scientifici e poco o niente sul resto. Quando lo conosce nel 1894, Pierre Curie “era un uomo alto e slanciato, con i capelli castani e un’espressione timida e riservata” e si capisce che era uno “spirito contemplativo”, con un “giovane volto che specchiava una profonda vita interiore”. Viene da una famiglia borghese, non ricca, ma che permette ai figli di studiare. Il nonno Paul Étienne François Gustave e il padre Eugène erano medici, ma è tutta la famiglia a coltivare un interesse per la cultura scientifica e alla conoscenza dei fenomeni naturali. Delle tre generazioni di Curie che portano a Pierre, infatti, la madre Eve è l’unica a non avere una formazione scientifica, ma diventerà la prima biografa di Marie.

6538442920427520
Pierre e Jacque Curie ritratti insieme ai genitori (Immagine da Alain Bouquet – Radioactivité: les Curie)

Leggi l’articolo completo su Aula di Scienze Zanichelli

Rispondi