Sex addiction isn’t an illness, treating it as one is a bad idea

L’idea di deresponsabilizzare i colpevoli perché malati è una strada pericolosissima. E toglie dal discorso anche le responsabilità di società in cui il potere del maschio ne plasma la stessa struttura: è un alibi per non parlare dei veri problemi di questo mondo.

Proviamo a pensare a quello che pensiamo di Trump quando dice che la sparatoria che miete decine di vittime sono sempre colpa di uno squilibrato, di un malato e non delle armi.

Fonte: Sex addiction isn’t an illness, treating it as one is a bad idea | New Scientist

Il (discusso) futuro dei veicoli elettrici è più vicino ma divide. E l’Italia è ancora indietro – datajournalism.it

Nel nostro Paese sono solo lo 0,2% anche se cresce la rete delle ricariche, ma nel mondo il mercato è raddoppiato in un anno. Norvegia all’avanguardia. Francia punta su incentivi statali

Sorgente: Il (discusso) futuro dei veicoli elettrici è più vicino ma divide. E l’Italia è ancora indietro – datajournalism.it

Fiction, inchieste, documentari: viaggio all’interno del fenomeno podcast

C’è una frontiera, però, che in Italia viene raramente esplorata, al momento forse ignorata, ovvero quella dei podcast, format radiofonici che, per la stragrande maggioranza dei casi, non passano per le onde radio ma sono ideati per il web, ascoltabili solamente su internet e che, a livello contenutistico, spaziano dall’intrattenimento alla divulgazione musicale, passando per la fiction e il documentario. Negli Stati Uniti si registra un vero e proprio boom: i 10 podcast più seguiti registrano mediamente 1 milione di download. BuzzFeed, in un articolo dedicato, ha elencato i 22 podcast che nel 2017 «ti rendono una persona migliore». E se ne trovano davvero di tutti i tipi. 

Originariamente: Fiction, inchieste, documentari: viaggio all’interno del fenomeno podcast – Fiction, inchieste, documentari: viaggio all’interno del fenomeno podcast | Articolo | SENTIREASCOLTARE

La vita in microgravità in Nemesis di Asimov

Rotor ha tagliato i ponti con il resto dell’umanità. A un certo punto la colonia umana ha semplicemente acceso i motori a iperassistenza (che permettono di viaggiare a una velocità vicina a quella della luce) e lasciato l’orbita terrestre in direzione della nuova stella. Solo i rotoriani la conoscono, nascosta com’è dietro a una nube di polvere cosmica, grazie ai dati raccolti da una loro piccola sonda segreta. Da questo evento la trama dell’ultimo romanzo che Isaac Asimov scrive da solo (successivi sono i tre scaturiti dalla collaborazione con Robert Silverberg) si srotola come una sorta di gara tra due fazioni: da una parte i rotoriani che vogliono raggiungere la stella Nemesis e cercare di stabilire attorno a quella stella un nuovo avamposto umano nello spazio; dall’altra i terrestri che tentano di colmare il ritardo (temporale e tecnologico). A poco a poco veniamo a conoscenza delle terribili minacce che la stessa Nemesis getta sul futuro dell’umanità e del ruolo decisivo di alcuni personaggi dalle strane capacità, fino a un finale teso e forse un po’ precipitoso in cui hanno un ruolo fondamentale piccoli organismi unicellulari e i poteri psichici. Leggi tutto “La vita in microgravità in Nemesis di Asimov”

L’equivalente di 69 milioni di pasti l’anno finiscono direttamente nel pattume, ma quel cibo sarebbe perfettamente commestibile. Lo rivela uno studio su tre città americane, un numero che dà una dimensione ancora più drammatica alla questione.

Sorgente: NRDC: “An outrageous amount of food is wasted in our cities” – Food Tank

 

Donne da combattimento

BALLERINA I’M NOT- TRAILER from Francesca Zappitelli on Vimeo.

Se non puoi viaggiarlo, almeno leggilo

Certo, non è la stessa cosa. Ma almeno proviamo a esercitare il cervello e a tenere viva la mente, per non dimenticare, per non perdere pezzi di storia, pezzi di umanità, pezzi di mondo, che dicono tanto di chi raccontano, ma anche altrettanto di chi siamo (stati? siamo? saremo?)

Presi dalle turbolenze di una regione complessa, quando esplodono le bombe sappiamo poco delle terre, delle valli e delle città che colpiscono. Così abbiamo pensato di preparare una selezione di le…

Originariamente: Letture per il viaggio in Yemen che non possiamo fare | LaRivistaCulturale.com